ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA

Il committente ci aveva chiesto un progetto di restyling e arredamento da eseguire  su un attico, porzione di una vecchia cascina già ristrutturata e trasformata in residenza.
La massiccia struttura portante dall’andamento irregolare, costituita da grosse travi in legno, il tradizionale tetto spiovente al piano superiore ed il parquet conferivano agli ambienti una impronta molto tradizionale, che il committente voleva mitigare con elementi più consoni al suo gusto moderno. Così si è scelto di percorrere una linea contemporanea più metropolitana, valorizzata dall’uso di pezzi di design ricercati, abbinati ad una serie di arredi fissi realizzati su disegno per creare contenitori funzionali e nascondere gli impianti tecnologici ed i condizionatori a vista esistenti.
Nel piano inferiore, all’entrata abbiamo disegnato una cappottiera/cabina armadio in ebano con ante a scomparsa e, sul lato di questa, di fronte alla porta d’ingresso, una  specchiera retro-illuminata con un cassetto/svuotatasche inserito; l’essenza scura del legno si combina con il cuoio testa di moro delle quattro poltrone Cité disegnate da  Jean Prouvè nel 1930 e prodotte da Vitra. Sulla parete di fondo, dipinta con un tono di grigio caldo, risaltano le due lampade Atollo in vetro bianco satinato di Vico Magistretti su un mobile basso Zanotta.
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 18&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 28&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 3 8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 4Il tavolo da pranzo è il Less di Jean Nouvel e le sedie in pelle bianca sono le classiche di Mies Van der Rohe, la lampada è prodotta da DePadova.
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 La cucina, realizzata interamente a misura su disegno con linee essenziali, ha una  finitura in bianco lucido con alcuni dettagli in acciaio.
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 6 8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 7Nella camera matrimoniale abbiamo inserito un letto in pelle bianco ghiaccio e  un armadio realizzato su nostro disegno laccato lucido con inserti geometrici in vetro retrolaccato grigio chiaro.
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 88&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 9Nella camera della bimba la scrivania ed i mobili colorati sono stati pensati come oggetti con cui giocare: le ante scorrono e si muovono come in un grande puzzle per nascondere o mostrare gli oggetti allí interno.
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 10 8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 11 8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 13La forma della scala per il piano superiore è stata ridisegnata con l’applicazione di pannelli di legno bianco lucido per correggere la precedente forma irregolare; da qui si sale nell’ampia mansarda che si snoda intorno al terrazzo centrale.
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 14 8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 15 Questo spazio è il vero cuore della casa con un grande divano e zona televisione.
In posizione defilata si trova lí ampio letto rotondo prodotto da Redaelli con illuminazione di Artemide e O-luce per creare atmosfere con cambi di colore a seconda dell’umore.
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 16

Collaboratori Arch. Laura Bolzoni e Arch. Michele Natale

Foto archivio 8&A architetti
8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006 8&a Architetti ATTICO SU DUE LIVELLI A MONZA 2006

BEFORE AND AFTER

8&A architetti_Appartamento a Monza8&A architetti_Appartamento a Monza